Impressioni dei partecipanti ai workshop

L'insegnante di Tešanjka con 30 anni di esperienza ha detto: "Relazionarsi con i colleghi di altre scuole è importante. Scuola di Blatnice (Entità di Repubblica Serba) ci era molto lontana a causa della guerra, ma ora ci siamo collegati. Sarebbe utile che i bambini si collegassero e socializzassero così".

Preside di una scuola primaria di Teslic: "Il nostro obiettivo è quello di mantenere e migliorare le relazioni nel collettivo perché è multietnico, a causa del ritorno di bosniaci, e di estenderle alla comunità intera. Mi auguro che i workshop per bambini e insegnanti contribuirà a questo obiettivo".

Insegnante di Usora: "Sono venuta al seminario per curiosità ma adesso è diverso. Ora applico il workshop nelle lezioni. Gli studenti non vedono l'ora. Prima volevano scappare dalle lezioni, e ora sono entusiasti di assistere".

"Queste esperienze dai workshop mi hanno arricchito nella comunicazione con i bambini. Ho cambiato mio approccio con i studenti, ho maggiore fiducia, stretto più contatto, vedo dove ho sbagliato", ha detto una insegnante di Cecava.

Insegnante della religione dalla scuola di Repubblica Serba: "In occasione della organizzazione del ballo scolastico di fine anno ho cercato di applicare comunicazione non violenta con quattro studenti con comportamento problematico perché hanno bevuto gli alcolici. Gli ho dato fiducia. Si trattava di un ballo dove alcol non era ammesso. Qualsiasi altro comportamento avrebbe provocato la reazione negativa"

"È positivo che i colleghi di questi seminari influiscono sugli altri colleghi, che incide sulla migliore comprensione e rispetto nelle relazioni. Quando l'avrebbe fatto intero collettivo dei docenti, credo che alcune persone ritroverebbero se stessi, la loro pace e si comporterebbero in modo diverso", ha detto la più giovane partecipante di Teslic.

Educatrice di una scuola ha scritto: "Sono frequentato molti seminari e quando qualcuno menziona un seminario mi si raddrizzano i capelli in testa, mi viene pelle d'oca, perché penso che mi faranno una nuova predica ... fino a quando ho conosciuto Sezam. Qui partecipiamo attivamente, impariamo gli uni dagli altri, è interessante e utile. Si impara in un modo interessante e semplice, e lo si ricorda a lungo."

Maestro di Matuzici ha detto: "Ora reagisco meno impetuosamente, prima ascolto l'altra parte e poi con testa fredda cerco la soluzione del problema. Controllo meglio la mia rabbia."